Bonus Ristrutturazioni al 50%: cosa dovresti sapere

Bonus Ristrutturazioni al 50%: cosa dovresti sapere

Il Bonus ristrutturazioni prevede una detrazione fiscale del 50% entro il limite massimo di 96.000 euro a coloro che effettuano lavori di manutenzione ordinaria e straordinaria in condominio o in edifici singoli, fino al 31 dicembre 2021.

 

Bonus ristrutturazioni 2021: cosa è possibile fare?

La detrazione spetta per:

  1. lavori di manutenzione ordinaria, straordinaria, restauro, risanamento conservativo e ristrutturazione edilizia effettuati su parti comuni di edifici residenziali, cioè su condominitra cui:
  • installazione di ascensori e scale di sicurezza
  • realizzazione e miglioramento dei servizi igienici
  • sostituzione di infissi esterni e serramenti o persiane con serrande e con modifica di materiale o tipologia di infisso
  • rifacimento di scale e rampe
  • interventi finalizzati al risparmio energetico
  • recinzione dell’area privata
  • costruzione di scale interne
  • ricambio di porte interne
  • sostituzione del gruppo elettronico di emergenza esistente

 

  1. interventi di manutenzione straordinaria, restauro e risanamento conservativo, ristrutturazione edilizia effettuati su singole unità immobiliari residenziali di qualsiasi categoria catastale, anche rurali e pertinenze.

 

Chi può usufruire del bonus ristrutturazioni 2021?

  • proprietari o nudi proprietari;
  • titolari di un diritto reale di godimento (usufrutto, uso, abitazione o superficie);
  • locatari o comodatari;
  • soci di cooperative divise e indivise;
  • imprenditori individuali, per gli immobili non rientranti fra i beni strumentali o merce;
  • soggetti che producono redditi in forma associata alle stesse condizioni previste per gli imprenditori individuali.

 

In che modo puoi usufruire del bonus ristrutturazioni 2021?

Il decreto Rilancio ha introdotto dei cambiamenti sulle possibili modalità di fruizione dei bonus casa, che sono:

  • detrazione in 10 anni nella propria dichiarazione dei redditi;
  • cessione del credito a terzi, banche comprese;
  • sconto in fattura, se l’impresa operante (come Facile Ristrutturare) è d’accordo.

 

Related Posts

Confrontare